Progetto del Verde

E’ ripartito, dopo lunga incubazione, il gruppo del verde; purtroppo i tempi di sistemazione delle assicurazioni dei volontari da parte del Comune è stato più lungo del previsto, ma ora, grazie all’iniziativa del nostro socio Sergio Vaiani, che dirige appunto il settore, il gruppo è ripartito e promette di fare faville.

Questo autunno sarà un utile rodaggio per partire alla grande la prossima primavera.

Un grande ringraziamento a Sergio e ai soci verdi che collaborano direttamente all’iniziativa….
Insomma finalmente siamo al verde… anche se le nostre casse sono molto solide.
Articolo

Progetto Genius Loci

copertinaVi informiamo su un progetto che abbiamo denominato Genius Loci e che ci vede protagonisti e progettisti. E’ un progetto predisposto in sinergia con il Comune di Soncino e presentato alla Regione Lombardia nell’ambito di un bando per la valorizzazione del patrimonio culturale nell’ottica di Expo.
Si tratta primariamente di recuperare l’accessibilità alla nostra possente Torre Civica, attraverso la demolizione delle solette interne che sono ormai pericolosamente e irrimediabilmente compromesse, e di realizzare due nuove scale a rampe incrociate (Sovrintendenza permettendo…) per consentire percorsi di salita e discesa sicuri e separati, così come leggeri piani intermedi per…. ma non vi dico tutto, leggetevi, se volete, la completa e illustrata relazione allegata e magari anche il bell’articolo di Mondo Padano  pure allegato.
Dirò solo che il progetto non si ferma lì, anzi, la parte forse più significativa e foriera di ricadute concrete, concretissime direi, va ben oltre.
art

La scala dal castello al naviglio

Oltre alle proposte già strutturate abbiamo nel mirino anche altro:  la scala che scende dal piazzale del castello al naviglio (anche per motivi di sicurezza), compreso il paramento delle mura dalla scala fino alle scuole elementari: queste sono ancora perfettamente in piano, ma con i corsi di malta quasi completamente vuoti.. basta poco perchè si manifestino i primi stacchi, dopo di che il degrado avanzerebbe in tempi brevissimi.. ora invece basterebbe relativamente poco per prevenire un danno futuro che sarebbe molto consistente.
Ma qui occorre una riflessione preliminare importantissima che stiamo portando avanti nel direttivo e attiene al concetto e alle modalità di restauro, anche in relazione alle idee vincolanti della Soprintendenza (ma che speriamo non escludano un confronto); vi informeremo di quanto avremo maturato in merito e saremo tutti ben lieti di ricevere un vostro contributo critico e costruttivo alle proposte che evidenzieremo… diciamo che non si tratta di questioni di poco conto, anche perchè attengono al “chi” e al “come” dovranno essere eseguite le opere, …
Nel frattempo inviamo i nostri freschi auguri di inizio estate!
IntornoNord IntornoSud Scala

Relazione sul Ponte di Fuga

CatturaCari soci e conoscenti,
come direttivo degli Amici della Rocca vogliamo esprimere con questo piccolo omaggio tutta la nostra gratitudine e soddisfazione per la larga adesione al tesseramento; in poco più di un mese dalla costituzione del gruppo abbiamo raggiunto e superato i 70 tesserati, e il numero è ancora in sensibile ascesa…

L’omaggio è un sintetico estratto della relazione tecnica che abbiamo consegnato alla Soprintendenza di BS relativo alle ipotesi di progetto della puntellazione, del consolidamento e del restauro del ponte di Fuga: ipotesi che sono state tutte accolte, e la cosa non era certo scontata.
.
Se volete leggetelo: è breve, è ricco di figure suggestive e presenta in modo chiaro, ma rigoroso, le ipotesi storiche e funzionali del Ponte di Fuga.
.
Ora stiamo andando avanti: faremo senz’altro subito il progetto della puntellazione in accordo con la Soprintendenza per ottenerne il placet e procedere al più presto alla sua realizzazione grazie all’apporto dell’impresa Bueto di Primo Grazioli; ma stiamo anche mettendo a punto il progetto di consolidamento e restauro del ponte vero e proprio, nella speranza che il Comune garantisca subito di mettere a bilancio la somma; i tempi per la richiesta del finanziamento regionale e della presentazione del progetto definitivo sono molto ristretti (entro il 14/02) e se il comune non si muove subito, questa occasione salta.
.
Se saltasse non dobbiamo perderci d’animo: saremo senz’altro in grado di raccogliere la somma necessaria ricorrendo a banche, o ditte o privati… sarà solo un po’ più lungo e faticoso: pazienza!
.
Saluti e rinnovati auguri di buon anno,
per il consiglio direttivo, Mauro Belviolandi
.