TUTTI IN FILANDA!

Anche quest’anno sarà la Corale San Bernardino ad allietare la serata di venerdì 01/02/2019, alle 21, sala delle conferenze, in filanda… come al solito saranno brani allegri, intonati al clima festoso per l’illustrazione delle non poche iniziative che il nostro gruppo ha saputo già concretizzare, ma anche progettare per il prossimo futuro; la tastiera del maestro Giorgio Scolari, e la bravura di tre abili musicisti al contrabbasso, al flauto traverso e al clarinetto, renderanno ancor più vivaci le interpretazioni del nostro storico coro.

1-p_20170210_220142

Non si farà solo musica: speriamo di attirare l’attenzione del pubblico con proiezioni che colgano aspetti inediti o poco conosciuti di monumenti e storia della nostra  Soncino.

Verrà brevemente illustrato anche l’importante progetto di digitalizzazione dell’archivio storico del comune; si tratta di un lavoro lungo e oneroso, ma che affrontiamo con grande entusiasmo perchè siamo convinti che porterà cultura e risorse alla nostra comunità, e potrebbe avere sviluppi molto positivi e importanti; il progetto è stato approvato dal comune che sosterrà la nostra iniziativa anche con l’essenziale supporto della loro archivista dott.a Ilaria Fiori che ha già dimostrato grande impegno e competenza in varie occasioni; l’esempio più recente ed eclatante è l’allestimento di due diverse mostre in sala giunta, che hanno registrato un grande interesse di pubblico e che speriamo siano solo le prime due puntate di una lunga serie denominata Tracce, un nome attribuito dalla consigliera delegata alla cultura Roberta Tosetti, nome che ci pare particolarmente appropriato per un percorso che cercheremo di sostenere con convinzione.

Ricordo che verrà allestito un tavolo all’ingresso della sala, e  chi vorrà potrà sostenerci acquistando con 10€ la TESSERA di Amico della Rocca  2019.

SIETE TUTTI INVITATI –  ARRIVEDERCI A VENERDI’  IN FILANDA!

Mauro Belviolandi

p.s.: come da specifica comunicazione via email, dalle 20.30 alle 21 si svolgerà nella stessa sede l’assemblea generale per i soli soci; il pubblico potrà comunque presenziare pur senza diritto di voto.

 

locandina 2019 br

 

IL DRONE SU NAPOLEONE!… confronto sorprendente, anticipato da un trailer

Ci siamo messi col drone nella stessa identica posizione in cui il Bagetti disegnò la celebre veduta “Vue du bourg de Soncino“, cioè sopra il campanile di Santa Maria delle Grazie.

confrontobr

L’unica differenza è che eravamo circa 10 m sopra rispetto al Bagetti, per cui si vede con la stessa angolazione orizzontale, ma con un angolo verticale leggermente più accentuato.

C’è molto da dire su questo confronto, a distanza di più di due secoli, e probabilmente qualcuno si sorprenderà di quanto emergerà dalla nostra analisi di dettaglio: non solo suspense legata al passaggio di un esercito avvezzo a depredare, anche con violenza, ma individueremo evidenze monumentali non più presenti, pur con tracce rilevantissime che potremmo ancora individuare e su cui sarebbe utile far luce.

Il Trailer che segue è solo un anticipo del video completo che proietteremo la serata di venerdì 1 febbraio, alle ore 21 nella sala delle conferenze della filanda.

Seguirà l’ormai tradizionale concerto della Corale San Bernardino, che ringraziamo per il loro importante e puntuale sostegno. Ecco il trailer

NON MANCATE ALLA SERATA – VI ASPETTIAMO!

SE CONDIVIDETE IL NOSTRO LAVORO TESSERATEVI PER IL 2019 COI SOLITI MODI

per info: AmiciDellaRoccaSoncino@gmail.com

Arrivederci a presto,

Mauro Belviolandi

 

La nostra tessera: un’opera d’arte… e Auguri Speciali

Non tutti conoscono chi ha realizzato la nostra tessera, che a pieno titolo possiamo definire opera d’arte.

Si chiama Angelo Martone il giovane artista napoletano che l’ha ideata e realizzata, ora in piena e fertile attività, a tutto campo. Un ragazzo che per amore e per studio è stato fra noi a Soncino per qualche anno, dove ha lasciato tracce che non si consumeranno (è stato anche uno dei fondatori della nostra associazione).

Logo

La “sua” tessera mi ha subito affascinato: piccoli caschi colorati, simbolo di vitalità operativa, punteggiano una piccola porzione di muro nei toni del nero e del grigio scuro; la minuscola zona di lavoro è però circoscritta dal profilo del nostro massimo monumento; c’è una profonda e voluta ridondanza concettuale in questo scambio fra colori e buio, tra minuscolo e maestoso, come una continua rincorsa circolare al cui interno la fantasia può comodamente stazionare senza bisogno di pensare troppo, proprio come  succede quando si ammira un’opera d’arte.

La tessera esprime anche, con artistica immediatezza, il nostro stile operativo: intervenire sul concreto e lasciare un segno, non solo sull’acquisizione di conoscenza, ma anche sulle cose, sui muri, sulle volte, sui portoni, sulle strade… come riassumono queste immagini mute, ma eloquenti per chi ci ha seguito.

Bene… questa tessera la potete avere per 10€ (ma anche più, se qualcuno volesse darci una maggior spinta…), che moltiplicati per 100 diventano 1000€: a noi pare che finora siano stati ben investiti e che i risultati si possano toccare… e voi potete ora essere anche consapevoli che, acquistandola, indosserete da protagonisti qualcosa di significativo, anche  artisticamente.

Contattate i soliti noti (Mauro Belviolandi, Marisa Marchesi, Grazioli Michele, Paola Cominetti, Carla Peri, Mary Brocchetti, Franco Occhio, Marika Oprandi), che poi provvederanno a consegnarvi la tessera 2019, in formato cartaceo o digitale; è possibile anche con bonifico bancario agli Amici della Rocca, iban: IT62A0503457172000000002106

Noi non mancheremo di proseguire sulla stessa linea, e non dubitiamo che altre soddisfazioni ci attendono.

Concludiamo con il video dei nostri auguri speciali,

Mauro Belviolandi

 

 

Prima Michele, ora Andrea… impressionanti questi giovani AdR!!!!!!

ab7b52fa-53fb-4e19-bd23-d8157bb740d9

FOOD POLICY – L’OSCAR  MONDIALE VA A MILANO… seconda New York… MA È SONCINESE IL COORDINATORE RESPONSABILE DEL PROGETTO,  è un certo Andrea Magarini Pellini, giovane soncinese e importante sostenitore degli Amici della Rocca, oltre ad essere stato uno degli elementi più attivi della Banda Civica Musicale Soncinese, e anche dirigente  e animatore, ancor oggi, della importante sezione Scout soncinese.

Come afferma il vice sindaco di Milano, con delega alla Food Policy,  Anna Scavuzzo, “Milano, a partire da Expo, ha saputo consolidare la sua governance fra le città impegnate in politiche per il cibo e è stata capace di implementare la rete di adesioni al Milan Urban Food Policy Pact”.

5078fcd7-0fc0-478e-8b71-972a1929cab2

Ebbene il coordinatore responsabile di questo importante progetto è proprio il nostro Andrea. Diciamo subito che non si tratta di iniziative di tipo formale con sole valenze propagandistiche; si tratta di un impegno enorme e concreto, capace di incidere sulla qualità della vita della città, in cui Andrea ha fatto valere il suo talento innovativo e creativo ma, soprattutto, organizzativo, se pensiamo che le iniziative e le ingenti risorse da coordinare e dirigere vengono dallo stesso comune di Milano, dalla Fondazione Cariplo, da AssolombardaPolitecnico di Milano… e chi più ne ha  più ne metta.

Si tratta, tra l’altro,  di recuperare ingenti quantità di cibo dalle mense di Milano Ristorazione, 140 tonnellate annue  di frutta e pane che finiscono al Banco Alimentare, sagge riduzioni del 20% della parte variabile della Tari per le imprese che donano eccedenze di cibo, incentivazione della cultura bio nel grande Parco Agricolo Meridionale milanese, reali promozioni della filiera corta, con confezionamento di cibi particolarmente genuini e salutari per le mense cittadine… e tanto altro ancora.

0958c6eb-beaa-45c1-b675-9244652232ad

 

Non è certo un caso che solo 15 delle 270 città candidate al premio Guangzhou, ovvero l’Oscar delle Politiche Urbane Innovative, abbiano potuto raggiungere la Cina per la fase finale del dibattito di assegnazione del premio…

013a07a0-7944-42fe-bef6-9cb740005825

 

…non è certo un caso che Andrea lo abbia condotto magistralmente, davanti a un Comitato Tecnico composto da ricercatori e esperti di fama internazionale, e che alla fine il “suo” Food Policy di Milano  gli abbia permesso di far ritorno in Italia con la medaglia d’oro al petto.

Premio Food Policy 2494c55d5-8643-41d1-90da-6210029ff961

 

Noi non possiamo che gioircene e complimentarci di cuore con Andrea… e non potrebbe essere che così, visto che Andrea ci ha procurato importanti documentazioni della nostra Rocca che ha rintracciato presso il Politecnico di Milano e addirittura, pensate un po’, lo stesso nostro sito Web a cui siete ora connessi è stato messo insieme da Andrea e me, in un ormai lontano pomeriggio di 5 anni fa…

Marika Andrea Mauro Marisa

BRAVO ANDREA!

Alla prossima,

Mauro Belviolandi

Soncinesi dell’Anno: una filanda stipata per una bella serata

Molte delle persone più attive degli AdR hanno preferito evitare le luci della ribalta; a maggior ragione è d’obbligo iniziare con questa foto dell’istante della proclamazione degli Amici della Rocca quali Soncinese dell’Anno 2018, che vede, nell’ordine, i soci Beppe Brescianini, Michele Grazioli, Mauro Belviolandi e Paola Cominetti ricevere il titolo dalle mani della presidente del Consiglio Comunale Chiara Rossi.
FotoConsegna Per la giunta comunale, presente al gran completo, si notano nella foto, oltre a Chiara Rossi,  anche il sindaco Gabriele Gallina, il vicesindaco Fabio Fabemoli, e l’assessore Roberto Gandioli (seminascosto). Inutile ripetere che la premiazione ci gratifica molto, anche perchè ci siamo sentiti molto onorati di condividere la serata con gli altri premiati, e cioè ARGO (rappresentata dalla presidente Marinella Pedrini e dal deus ex machina dell’associazione Giorgio Torriani) e i simpaticissimi Vittorio Deste e Alessia Lupo Stanghellini. Premiati02

Sicuramente il brivido di emozione più intenso ci è venuto proprio da Vittorio e Alessia, con la trasparenza della loro gioia sincera, ed anche da tutti i loro colleghi artisti, componenti della premiatissima  orchestra “Magica Musica” ; non si tratta solo di ricordare i successi televisivi a Tu si que vales, ma con gran sorpresa, proprio durante la serata, il loro maestro e direttore Piero Lombardi ha dato notizia che il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha convocato la nostra compagine per un’udienza al Quirinale; per motivi logistici pare che la cosa non si possa fare, ma a noi piace lo stesso pensare che viviamo in una comunità in cui può capitare di incrociare per strada due persone speciali che sono addirittura all’attenzione della massima carica dello Stato, e ne siamo veramente orgogliosi.

Non possiamo certo dimenticare la presenza della Corale San Bernardino, che ha animato la serata sotto la direzione del bravissimo Maestro Giorgio Scolari e la sempre brillante conduzione di Angelo Losi. Sono stati proposti anche brani di Mina, il che dimostra la vitalità artistica di questa corale, che proprio non dimostra di essere fra le più antiche associazioni soncinesi. CoraleSB Per chi non l’avesse letto, alleghiamo l’articolo odierno tratto da La Provincia. Alla prossima, Mauro Belviolandi p.s. un grazie per le foto all’amico Luigi Carniti, anche lui citato dal sindaco durante la serata, per il suo album che raccoglie dati e curiosità dei 52 anni dall’istituzione del premio Soncinese dell’Anno. Adr-Soncinesi dell'anno 2018-la provincia 141118 (1)

GLI AdR SONCINESI DELL’ANNO

A nome di tutti i soci, ringrazio l’Amministrazione Comunale per il conferimento all’associazione Amici della Rocca del graditissimo e importante titolo di Soncinese dell’Anno.

Sono particolarmente felice che domenica 11, alle 21, in sala ciminiera,  il nostro direttivo possa condividere la scena con due giovani soncinesi,  Vittorio Deste e Alessia Lupo Stanghellini: simpaticissimi e bravissimi musicisti, hanno saputo distinguersi anche in trasmissioni televisive di largo ascolto, a livello nazionale e non c’è dubbio che siano, più che meritatamente, i Soncinesi dell’Anno.

Onoratissimo anche di essere a fianco di una importantissima associazione come Argo, una vera e propria istituzione, capace di vivacizzare il clima culturale soncinese ormai da moltissimi anni, senza mai un calo di tensione creativa, e sempre con estrema varietà di proposte e iniziative: inevitabile il pensiero commosso al carissimo amico Fabrizio Abbiati, che ne è stato l’anima.

Per quanto riguarda noi, non posso che congratularmi con tutti quanti: l’associazione cresce e si stanno formando vari gruppi con diversi settori di intervento; l’entusiasmo non manca, e contiamo di onorare anche in futuro  questo importante titolo.

Mauro Belviolandi

AdR -articolo provincia 7-11-2018

TRACCE 2… BRIVIDI CENTO ANNI DOPO

Un conto è vedere un filmato in tv di luoghi lontani nello spazio e nel tempo, altro conto è intersecare pagine documentali che grondano sangue soncinese, in ore drammatiche, ma anche gloriose…

Si tratta di luoghi quotidiani, che la consuetudine ci offre ogni giorno senza che ci facciamo particolare attenzione… si tratta di cognomi noti, che ci suonano famigliari… magari letti con distrazione su lapidi stravolte dal tempo e dall’oblio.

E’ grazie alla bella mostra Tracce 2, in sala giunta a partire dal 15 dicembre, che avremo tutti modo di onorare la memoria di  luoghi e persone di cui dovremmo sentirci riconoscenti debitori.

Complimenti al Comune di Soncino per questa bella iniziativa, alla consigliera con delega alla cultura Roberta Tosetti e alla bravissima archivista Ilaria Fiori.

Mauro Belviolandi

BELLISSIMA NOTIZIA! INIZIATO IL RESTAURO DELLE LUNETTE DEL CAMPI

Leggiamo su La Provincia di ieri (v. articolo allegato) che è iniziato il restauro degli “unghioni” del Campi; si sta parlando di 6 affreschi di grande valore, dipinti dal giovane Giulio Campi, attorno al 1530, nelle lunette alla base degli spicchi del catino absidale di Santa Maria Delle Grazie.

VistaTotaleBR

VistaParzialeBR

Naturalmente non si tratta dei tondi che oggi possiamo ammirare: ciò che oggi vediamo rappresenta il ciclo decorativo antecedente, risalente al 1510; attorno al 1530, sopra questi stessi affreschi, Giulio Campi dipinse altrettanti mezzi busti di Santi carmelitani “dal solenne e audace romanismo per la modernità degli scorci e il piglio arguto delle espressioni” [Mario Marubbi – Soncino: Arte e Monumenti -ed.Pro Loco].

Support03

Support02

I dipinti vennero “strappati” dalle lunette durante i restauri degli anni ’60, e vennero depositati presso lo stesso convento di S.M.d.G.; il supporto non risulta particolarmente stabile, ed era veramente indispensabile intervenire per fermare il degrado e consolidare il tutto.

Il progetto è stato redatto dallo stesso prof. Mario Marubbi ed ora le opere si trovano alla scuola di restauro di Botticino.

Ci complimentiamo in particolare col soncinese don Gianluca Gaiardi per l’avallo della Curia, e con don Giuseppe Nevi che, da quando è arrivato a Soncino, ha saputo imprimere una grande accelerazione ad importantissimi lavori di manutenzione e di restauro del patrimonio monumentale ecclesiastico soncinese: ce n’era veramente bisogno.

Da ultimo, è doveroso il ringraziamento ad Argo e alle associazioni di volontariato soncinesi che hanno da tempo caldeggiato l’intervento, a partire dalla raccolta di firme per la campagna 2013 del FAI “I luoghi del cuore”; si tratta di un’iniziativa in cui gli Amici della Rocca, benché non citati nell’articolo,  sono stati fra i promotori più attivi, fornendo e stampando le locandine e la modulistica, e raccogliendo un gran numero di firme; ci pare doveroso specificarlo per rispetto dell’impegno con cui i nostri soci si sono distinti.

Alla prossima,

Mauro Belviolandi

Allegato: art. de’ La Provincia

Restauro unghioni