Ponte di fuga: fa più rumore un albero che cresce, di una foresta che cade…

fa più rumore un albero che cresce, di una foresta che cade…… no, purtroppo non ci siamo confusi invertendo i termini del noto aforisma di Lao Tzu:  “Fa più rumore un albero che cade di una foresta che cresce”’.

E’ a tutti noto che l’antico motto significa che spesso risulta più eclatante un singolo fatto negativo, piuttosto di un gran numero di fatti positivi data la loro scontata normalità.

Ora noi pubblichiamo una buona notizia: ai primi di settembre il comune (che ha sempre sostenuto le nostre iniziative) dovrebbe appaltare i lavori del restauro conservativo del ponte di fuga; si tratta di un nostro progetto, molto più articolato di quanto sembri, che ci vedrà impegnati anche nella direzione dei lavori; ne siamo immensamente felici … cercheremo di darne risalto anche a mezzo stampa… ma noi non vorremmo che sia “il rumore dell’albero che cresce”… E’ appunto questo il senso del paradosso che abbiamo proposto; non vorremmo che risalti troppo questo singolo albero che cresce, e che passi sotto sordina una foresta che è già ricca di alberi che potrebbero cadere.

A cosa ci riferiamo? Non vogliamo qui dilungarci in tristi  elenchi; basti ricordare lo sviluppo chilometrico delle mura di Soncino, e se ci aggiungiamo le mura del castello e quelle di contenimento del terrapieno sul perimetro del fossato, appare chiaramente impensabile che, in tempi di vacche magre, si possa immaginare di disporre delle risorse finanziarie per tutte le manutenzioni e i restauri; noi riteniamo che sia indispensabile promuovere iniziative e potenzialità locali che, nel  rispetto della buona tecnica e dei vincoli della Sovrintendenza, possano far fronte sempre più massicciamente a gratuiti interventi di restauro, necessariamente parziali, ma significativi.

Per questo ce la stiamo mettendo tutta per superare i non pochi ostacoli di tipo normativo/legislativo che sembrano inesorabilmente frenare anche le iniziative più meritorie; è paradossale che un grandioso patrimonio architettonico possa progressivamente deteriorarsi a causa di normative che sono state ideate per salvaguardarlo.

Non mancheremo di tenervi informati sulle novità più significative; resta l’auspicio forte e sentito, che non manchi il sostegno della vostra presenza; per quanto silenzioso, per il momento, sarebbe il segno convincente di una foresta che cresce.

12132548_905512372874965_46860670561551169_o

Murature ancora facilmente recuperabili ripristinando i corsi di calce… noi sapremmo intervenire…

12107255_905512332874969_1216411587447448973_n

Grandi crateri nelle mura tali da mettere a rischio la stabiltà… noi potremmo progettare gratuitamente gli interventi per la ricerca dei finanziamenti…

11070609_905512352874967_7043123158148871227_o

Gradini della scala verso il naviglio… sapremmo progettare e intervenire

12068861_905512362874966_8613568921994509724_o

Ghiaccioli di acque infiltrate nel grande arco del ponte detto “di soccorso”…. noi sapremmo porre rimedio

Aggiornamenti #2

PONTE DI FUGA
La Sovrintendenza ha dato ufficialmente e definitivamente parere totalmente positivo al progetto di recupero del Ponte di Fuga; la cosa è più rilevante di quel che sembra, perchè l’intervento è di tipo ricostruttivo (pur marcando la necessità di conservare l’aspetto di un manufatto quattrocentesco); non era facile far passare in Soprintendenza interventi che utilizzano malte speciali, connettori metallici ecc…, sia pur in modo discreto e nascosto; è un successo che dobbiamo soprattutto alla competenza e all’esperienza delle nostre architette Marika Oprandi e Marisa Marchesi, cui va il nostro cordiale ringraziamento. Questo riconoscimento della Soprintendenza delle nostre capacità progettuali ci fa ben sperare per i prossimi lavori che abbiamo messo sotto tiro, e che vi descriveremo presto.
Importante è anche il fatto che la regione ha in questi giorni sbloccato il finanziamento, per cui il Comune può attivarsi per l’appalto dei lavori (che avranno la nostra direzione lavori); speriamo quindi che l’operazione possa partire a settembre o poco più in là, perchè quel tipo di lavoro non può essere realizzato in periodo invernale.
VERDE
Nel frattempo Sergio Vaiani si sta occupando, sempre in collaborazione con l’U.T.comunale, di mettere insieme la squadra per i lavori di manutenzione del verde del fossato e dei trattamenti biocidi sui laterizi. Speriamo che si riesca a consolidare uno stabile e continuativo protocollo operativo.
PUBBLICAZIONE ACQUARIA
Da ultimo, ma interessantissimo, trasmettiamo una breve pubblicazione degli amici di Aquaria. La vicenda del trasferimento dell’antico pozzo della Venina nel prato della Rocca ha suggerito loro l’idea di stendere una breve relazione su tutti i pozzi antichi scoperti nel nostro territorio dal 1978 ad oggi… mica roba da poco! Siamo veramente lieti di pubblicizzare l’attività altamente meritoria di questa associazione che ha fatto e sta facendo moltissimo per il territorio, frazioni comprese.
POTETE SCARICARLA QUI

Nulla Osta: Progetto del Verde

In data odierna è arrivata l’autorizzazione da parte dell’Ufficio Tecnico Comunale per i lavori di manutenzione del verde del fossato.

L’elenco dei soci che sono stati inseriti nel gruppo dei volontari del Comune, e quindi regolarmente assicurati, è stato girato al nostro Sergio Vaiani che, come stabilito dal direttivo, coordinerà le operazioni.

A lui potete far riferimento per ogni informazione in merito.
Un grazie sentito a Sergio da parte di tutti gli amici della rocca e un caloroso augurio di buon lavoro!

 

Nulla Osta: Ponte di Fuga

Siamo lieti di comunicare che stamattina abbiamo ricevuto dall’ing.Rossi, responsabile dell’ufficio tecnico comunale, il nulla osta ad eseguire la puntellazione e la predisposizione della centinatura del ponte di fuga, secondo il progetto già da noi presentato ed inviato alla Soprintendenza.
Il nostro socio Primo Grazioli, titolare dell’impresa Bueto, potrà quindi procedere quanto prima ad eseguire i lavori che, come sapete, si è offerto di compiere gratuitamente, compresa la fornitura dei materiali.
Per quanto riguarda i lavori di pulizia del fossato non abbiamo ancora ricevuto l’ok a procedere, e rimaniamo in attesa.
L’inizio dei lavori veri e propri, riguardanti l’effettivo consolidamento e parziale ricostruzione dell’arcata del ponte di fuga, richiede di attendere ancora il parere ufficiale della Soprintendenza (che si era già espressa positivamente in via preliminare); si è anche in attesa della conferma dei finanziamenti regionali, che ormai non dovrebbe tardare.
Altre iniziative sono all’attenzione del direttivo e non mancheremo di comunicarle presto.

 

Stampa: Ponte di Fuga

Come anticipato nell’ultimo post informativo inizieranno a brevissimo i lavori di puntellazione e di predisposizione della centinatura del ponte di fuga.

Il progetto, offerto gratuitamente dalla nostra associazione alla comunità soncinese, è stato consegnato all’ufficio tecnico del comune di Soncino che provvederà a inviarlo come semplice comunicazione alla Soprintendenza di Brescia; trattandosi di intervento di messa in sicurezza non è necessario attendere risposta; aspettiamo dunque il via ufficiale da parte dell’Ufficio Tecnico che ci ha promesso un tempestivo nulla osta già nei prossimi giorni.
A quel punto, sotto la nostra direzione, l’impresa Bueto del sig. Grazioli Primo, nostro socio benemerito, inizierà a titolo completamente gratuito, le operazioni di taglio e montaggio dell’impalcatura lignea, quanto mai necessaria e urgente visto lo stato veramente precario del manufatto.
In questo modo l’arcata potrà fruire di 4 solidi appoggi provvisori ed è stata progettata per poter poi consentire un facile montaggio della centinatura minuta che farà da guida per la corretta risagomatura  dell’intradosso della volta a botte. Non è infatti opportuno eseguire subito la centinatura minuta perchè potrebbe deteriorarsi, ostacolerebbe il naturale drenaggio dell’acqua pluviale e sarebbe d’impaccio alle iniziali operazioni di rafforzamento e di aggancio dei laterizi nella successiva fase di consolidamento e restauro della volta muraria.
Per completezza di informazione alleghiamo un estratto del progetto della puntellazione e speriamo, al prossimo comunicato, di poter allegare le foto del lavoro eseguito.
… poi sarà la volta del consolidamento vero e proprio, di cui vi daremo precise informazioni. Ancora un grazie al nostro socio Primo Grazioli e un arrivederci alla prossima!!!

Importante aggiornamento #1

FINANZIAMENTO BANCA POPOLARE DI CREMA:
La fondazione della Banca Popolare di Crema “CREMA PER IL TERRITORIO” ci ha messo a disposizione 3000€ per le nostre iniziative a favore della rocca: presto  li ringrazieremo ufficialmente, e assicuriamo tutti che non resteranno certo inerti sul nostro conto corrente, ma studieremo presto il loro migliore impiego, visto che come leggerete non mancano le iniziative.
MUSEO ARCHEOLOGICO IN ROCCA:
E’ un’importante e preziosa iniziativa dello storico gruppo AQUARIA, guidata dal presidente Omobono Moro e che ha nel nostro tesoriere maestro Franco Occhio un elemento di punta sia per gli apporti culturali che per la qualità del lavoro che sa svolgere e documentare (potete richiedergli documentazioni, e vi assicuro che vi invierà quaderni di archeologia sul nostro territorio molto interessanti undicesimoocchio@hotmail.com ).
AQUARIA ha promosso questa iniziativa fornendo una grande messe di materiale ritrovato in tanti anni di attività e ha collaborato col Comune di Soncino, che ha finanziato e coordinato l’intero allestimento del museo; l’inaugurazione avverrà questo sabato 12/04/2014  alle 10,30 presso la sala convegni della Filanda. Come Amici della Rocca siamo felici di questa importantissima iniziativa che darà ancor maggior attrattività al nostro più imponente monumento, e spero che sabato non faremo mancare la nostra presenza.
VERDE:
Il Comune, nella Giunta di questa settimana, si è accollato l’onere per assicurare chi effettuerà le operazioni di pulizia dei fossati; è un’ottima notizia perchè nel volontariato l’assicurazione è obbligatoria ed ora il gruppo del verde, coordinato da Sergio Vaiani, potrà organizzare le operazioni nel fossato (probabilmente a partire da Pasqua). Quest’anno avremo un raggio d’azione più importante: oltre alla pulizia del fossato (senza toccare le murature), stiamo mettendo a punto un piano per il trattamento biocida di muschi e erbacce che aggrediscono le murature della Rocca; questo è più complesso perchè, pur usando prodotti che non sono considerati tossici, l’operazione va molto ben studiata lato sicurezza, e qui la novità è che, oltre all’assistenza degli amici di Pizzighettone, potremo usufruire di attrezzature potenti grazie all’aiuto di alcuni amici agricoltori (trattore, botte, lance lunghe, etc…). Presto vi informeremo nel dettaglio.
AFFRESCHI:
La rocca, che si presenta al visitatore come una struttura imponente e votata solo alla difesa, presenta in realtà affreschi del ‘400 e del ‘500, in gran parte assai degradati; il valore in realtà è notevole e siamo in contatto con il prof.Mario Marubbi, direttore del museo civico di Cremona e grande amico e estimatore di Soncino, per valutare questo nostro patrimonio e progettare il da farsi, che, come al solito, suddivideremo in realistiche fasi di intervento commisurate alla nostra capacità di attrarre finanziamenti per il loro recupero; siamo convinti che i finanziamenti (banche, fondazioni, Fondazione Cariplo, fondi regionali/statali/europei) non siano opportunità virtuali, ma se saremo sempre  pronti con progetti precisi e dettagliati, ci saranno SICURAMENTE grandi opportunità per attrarre anche notevolissimi finanziamenti, perchè la rilevanza e l’imponenza dei nostri monumenti non è affatto trascurabile. Finora il comune ci ha appoggiato in ogni nostra iniziativa; ringraziamo ed è nostra intenzione rafforzare ancor più questa collaborazione, perchè il Comune ne è legittimo proprietario (su mandato di noi Soncinesi), ma anche perchè i nostri preziosi monumenti non sono certo subordinabili ai colori delle giunte che si alternano.
PONTE DI FUGA:
No, non ce ne siamo dimenticati: presto inizieranno le puntellazioni/centinature e contiamo a breve in una positiva risposta della Regione circa le nostre richieste di finanziamento; dopo di che potranno subito iniziare i lavori veri e propri, perchè le cifre in gioco consentono al comune di procedere ad un appalto diretto dei lavori, purchè la ditta prescelta dal comune sia esperta e certificata in questa specialistica categoria d’intervento; naturalmente progettazione e direzione lavori sono degli Amici della Rocca e gratuite.